Xiaomi Redmi Note 4 è uno dei nuovi ed interessanti smartphone della casa cinese, famosa per la sua interfaccia MIUI, con processore Helio X20 Deca Core da 2.1GHz e disponibile nei tagli 2GB RAM+16GB ROM e 3GB RAM+64GB ROM. Noi abbiamo provato per voi il primo dei due tagli, di seguito trovate la nostra recensione.

Contenuto della confezione:

1 x Xiaomi Redmi Note 4
1 x Caricabatteria cinese (è la versione China il mio modello)
1 x Cavo USB
1 x Adattatore per estrarre carrello SIM/Micro SD
1 x Manuale in cinese

img_0366-w1000-h1000

Hardware

Xiaomi Redmi Note 4 è uno smartphone di fascia media, è dual sim (Nano+Micro SIM), ha il processore Mediatek Helio X20 Deca Core da 2.1GHz, schermo 2.5D 1920×1080 Full HD con 401PPI da 5.5 pollici, GPU Mali T880, 2GB di RAM, 16GB di memoria interna (espandibile fino a 128GB tramite micro SD, da usare al posto della nano SIM), connessione 4G LTE (ma solo per le bande B1/B3/B5/B7/B8/B38/B39/B40/B41), fotocamera posteriore da 13 Megapixel con flash LED e frontale da 5 Megapixel, lettore delle impronte digitali, infrarossi e interfaccia MIUI 8, basata su Android 6.0 Marshmallow.

img_0376-w1000-h1000

Caratteristiche:

Modello
Marchio: Xiaomi
Modello: Redmi Note 4
Sim card: Dual SIM Dual Standby (nano+micro sim)
Lingue: Indonesian, Malay, German, English, Spanish, French, Portuguese, Vietnamese, Romania,Turkish, Czech, Russian, Ukrainian, Hebrew, Arabic, Hindi,Bengali, Burmese,Thai, Telugu,Tamil, Korean, Traditional/Simplified Chinese (Italiano non presente ma vi diremo come installarlo)
Sistema operativo e Processore
Sistema operativo: MIUI 8 (Android 6.0 Marshmallow)
CPU: Mediatek Helio X20 MT6797 Deca Core da 2.1GHz
GPU: Mali T880 MP4
Rete
2G: GSM B2/B3/B8
CDMA: CDMA 2000/1X BC0
3G: WCDMA B1/B2/B5/B8
TD-SCDMA: TD-SCDMA B34/B39
4G: FDD-LTE B1/B3/B5/B7/B8
TDD/TD-LTE: TD-LTE B38/B39/B40/B41(2555-2655MHz)
Fotocamera e Videocamera
Fotocamera principale da 13 Megapixel f/2.0 con autofocus e flash
Fotocamera frontale da 5 Megapixel f/2.0
Connettività e comunicazioni
USB: micro USB
WiFi: 802.11b/g/n/ac 2.4GHz/5GHz
Funzione Hotspot WiFi, Tethering & portable hotspot
Bluetooth: Bluetooth 4.2
GPS: GPS / A-GPS / GLONASS / Beidou
Jack audio da 3.5 mm
Sensore per le impronte
Infrarossi IR
Display
Schermo: 5.5 pollici 2.5D
Tecnologia: Multi-touch Screen
Risoluzione: Full HD, 1920×1080 pixel
Memoria
Memoria interna: 16GB ROM
RAM: 2GB
Espandibile con memory card: MicroSD fino a 128GB
Batteria
Batteria: Li-on da 4100mAh integrata
Dimensioni
Dimensioni: 15.10 x 7.60 x 0.70 cm
Peso: 175g

screenshot_2016-11-05-02-05-25-680_com-cpuid-cpu_z-w1000-h1000

Xiaomi Redmi Note 4 ha un corpo unibody in metallo, davvero di ottima qualità, Xiaomi pone sempre molta attenzione ai suoi prodotti.

Nella parte frontale troviamo in alto, partendo da sinistra verso destra, il sensore di luminosità e prossimità, lo speaker, la fotocamera frontale da 5 Megapixel e il LED di notifica RGB; andando verso il basso troviamo lo schermo da 5.5 pollici in 2.5D e i pulsanti di navigazione retroilluminati: app recenti, home e back.

img_0367-w1000-h1000

Nella parte laterale destra troviamo il pulsante Power e il bilanciere del volume; nella parte opposta il carrellino con lo slot per micro sim e per nano sim/micro sd.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In alto nella parte laterale troviamo il microfono per la riduzione dei rumori ambientali, la porta infrarossi e il foro del jack da 3.5 mm, nella parte opposta, in basso, gli altoparlanti, il microfono e la porta micro USB.

Nella parte posteriore, partendo dall’alto verso il basso, troviamo la fotocamera posteriore da 13 Megapixel dotata di 5 lenti, il doppio flash LED, il sensore per le impronte digitali e il logo MI.

img_0368-w1000-h1000

Utilizzo dello Xiaomi Redmi Note 4

Lo Xiaomi Redmi Note 4 (in base a quale acquisterete) arriva con su installata la MIUI in versione China (presente in quello che ho ricevuto io) con le sole lingue inglese e cinese senza Play Store ma con il Mi Store, oppure in versione Global, dove sono presenti diverse lingue ma manca proprio l’italiano, il Play Store invece è presente, perciò fin da subito ho deciso di installare la rom MIUI.it che comprende la lingua italiana, qui è presente la nostra guida, infatti la recensione sarà proprio con l’utilizzo di questa rom.

Questo slideshow richiede JavaScript.

All’accensione apparirà il logo Mi, poi comparirà l’animazione di boot di MIUI ITALIA e dopo qualche secondo sarà operativo, con la schermata di blocco e/o il codice pin della/e SIM.

img_0375-w1000-h1000

Rispetto ai classici dispotivi Android, anche se basato sulla 6.0 Marshmallow, gli Xiaomi hanno l’interfaccia proprietaria MIUI, in questo caso la 8, priva di appdrawer, colorata e ricca di tante funzioni, animazioni e dettagli, molto apprezzata dai suoi utilizzatori, e non ha i privilegi di root (verificato con Root Check).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il menu a tendina è molto completo, con una barra di ricerca, il meteo, le impostazioni, i vari toggle (che potrete modificare), regolazione della luminosità e le notifiche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nelle impostazioni ne troveremo di diverse ed interessanti, tra le più rilevanti segnaliamo:

Questo slideshow richiede JavaScript.

–SIM e dati mobili: qui potrete gestire la vostra unica o doppia SIM e modificare delle impostazioni, con cui è possibile decidere se ogni volta che si deve chiamare chiedere con quale delle due oppure impostarne una come predefinita, con quale usare internet, rinominarle e modificare il numero.

Questo slideshow richiede JavaScript.

–Wi-Fi: è dual band e dà la possibilità di far settare la frequenza in automatico o a scelta tra 2.4GHz e 5GHz.

screenshot_2016-11-20-12-19-50-641_com-android-settings-w1000-h1000

–Wireless e reti -> Impostazioni aggiuntive –> Schermo wireless: per trasmettere lo schermo in wireless tramite la tecnologia Miracast, con cui visualizzare in tempo reale sulla TV lo schermo di Redmi Note 4 tramite un mini pc/tv box Android con almeno Android 4.2 e l’app WiFi Display o Miracast o similare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

-Display: qui è possibile attivare la modalità lettura, che riduce la luminosità di fondo, adatta per le ore buie, con tanto di possibilità di programmarla in automatico, cambiare colore e contrasto, e attivare il doppio tap per l’attivazione dello schermo quando si trova in standby.

Questo slideshow richiede JavaScript.

-Sfondo: qui è possibile cambiare lo sfondo, sia della schermata di blocco che della home, in entrambi i casi e possibile selezionarne uno tra quelli di sistema, tra le proprie immagini personali o dallo store MIUI online, ma solamente per il primo, è possibile attivare lo sfondo carousel, dove con una frequenza da voi prescelta, si cambieranno gli sfondi in automatico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

-Temi: qui è possibile cambiare il tema del sistema, ne sono presenti davvero tantissimi sullo store MIUI online.

Questo slideshow richiede JavaScript.

–Suoni e vibrazione: tra le impostazioni più interessanti, vi è la possibilità di attivare la modalità silenziosa con un tap e tramite Impostazioni audio, sarà possibile assegnare determinate azioni ai pulsanti presenti sugli auricolari, migliorare il suono tramite equalizzatore e con Miglioramento Mi Sound, scegliendo il tipo di auricolari, tra generici ed alcuni modelli Mi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

–Schermata di blocco e password: su password e impronte digitali è possibile registrare le impronte delle proprie dita per sbloccare il dispositivo o effettuare pagamenti tramite riconoscimento dell’impronta digitale, su questa fascia di prezzo non ho mai visto un dispotivo che riconoscesse sempre ed immediatamente l’impronta, infatti la percentuale di successo è stata sempre del 100% (poco sotto un video), è possibile impostare nella schermata di blocco dei collegamenti per le app, facendo uno swipe verso sinistra o destra, ed è presente un’utilissima funzione chiamata prevenzione chiamate dalla tasca che se attiva, non permetterà al telefono di sbloccarsi inavvertitamente quando in tasca e non fargli così effettuare chiamate ed altro in automatico (funziona quando il sensore di prossimità è coperto).

Questo slideshow richiede JavaScript.

–Notifiche: qui è possibile cambiare lo stile della barra di stato tra combinato (toggle e notifiche nella stessa schermata) e separati (toggle e notifiche nin due schermate separate), modificare diverse impostazioni di notifica per le app (abilitare/disabilitare le notifiche, suono e vibrazione, LED di notifica, ecc), cambiare la posizione dei toggle e abilitare/disabilitare diverse impostazioni, come visualizzare l’icona di notifica, la velocità di connessione, l’operatore nella schermata di blocco ed altro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

-Spazio secondario: per creare uno “spazio separato”, tramite il quale sembrerà di avere due dispositivi differenti.

screenshot_2016-11-20-13-45-54-289_com-miui-securitycore-w1000-h1000

–Non disturbare: la modalità per non essere disturbati, che quando attiva, interrompe chiamate e notifiche, che può essere attivata anche in maniera programmata.

screenshot_2016-11-20-13-47-36-221_com-android-settings-w1000-h1000

-Batteria: qui è possibile vedere quale software o hardware consuma maggiormente la batteria, potrete fare anche un’analisi sui consumi e ottimizzarla, utilizzare alte prestazioni o bilanciate, cambiare l’indicatore della batteria, ed altro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

-Memoria: qui oltre a visualizzare la memoria residua, sarà possibile eliminare file spazzatura in memoria (cache, pubblicità, apk ed altro) e scegliere le impostazioni di archivizione, per fare salvare dei file in automatico nella memoria interna o esterna (anche se non è possibile spostare le app).

Questo slideshow richiede JavaScript.

-Modalità semplificata: per attivare Home e menu semplificati, che permetterà così di risparmiare anche ulteriore batteria.

screenshot_2016-11-20-16-36-44-882_com-android-settings-w1000-h1000

–Sistema e dispositivo -> Impostazioni aggiuntive: qui potrete trovare delle utili impostazioni, come la modalità genitore (per disattivare gli sms e scegliere quali app rendere accessibili ai propri bambini), assistente touch (per attivare un pulsante fluttuante in qualsiasi schermata e app, che comprende i pulsanti di navigazione, bloccoschermo e screenshot), LED di notifica (per cambiare il colore del LED di notifica), uso con una mano (per facilitare l’uso con una sola mano riducendo lo schermo a 3.5″, 4.0″ o 4.5″), cambiare le azioni dei pulsanti di navigazione, effettuate un backup delle impostazioni, informazioni account ed app.

Questo slideshow richiede JavaScript.

–Mi Account: per le informazioni sul account Xiaomi e lo spazio sul Mi Cloud (il cloud di Xiaomi).

screenshot_2016-11-20-16-47-19-283_com-xiaomi-account-w1000-h1000

–Applicazioni di sistema: in questo gruppo troviamo le impostazioni delle app di sistema, tra cui Mi Cloud, chiamate, contatti, messaggi, sicurezza, fotocamera ed altro.

–Clona applicazioni: per effettuare la clonazione delle app installate, così da poter usare ad esempio 2 account di WhatsApp o Facebook sullo stesso dispositivo.

screenshot_2016-11-20-16-49-58-114_com-miui-securitycore-w1000-h1000

–Blocco applicazioni: per richiedere una password all’accesso delle app che preferite, così potrete proteggere la vostra privacy.

screenshot_2016-11-20-16-51-36-386_com-miui-securitycenter-w1000-h1000

–Informazioni sul dispositivo: qui troviamo diverse informazioni sul telefono, come nome del modello, versione di Android, livello patch di sicurezza, versione di MIUI, CPU, RAM, memoria interna, banda di base, kernel e numero build, ed anche la possibilità di verificare l’uscita di nuovi aggiornamenti (sulla MIUI.it non sono presenti gli OTA, però basterà scaricare la ROM più recente e flasharla direttamente tramite TWRP, così aggiornerà il sistema senza perdita di dati).

screenshot_2016-11-16-22-36-33-021_com-android-settings-w1000-h1000

La sua memoria interna è una Samsung da 16GB, con un’unica partizione per l’installazione delle applicazioni e per foto, video, dati aggiuntivi dei giochi, ecc., espandibile con micro SDXC fino a 128GB (anche se non è possibile spostare le app), e per verificare la sua velocità di scrittura e lettura, ho effettuato un test con A1 SD Bench e come potete vedere il risultato non è stato davvero niente male:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Con la rom MIUI.it è presente il Google Play Store già pre-installato ed altre app di Xiaomi come Temi (per poter scaricare tantissimi temi gratuiti), Radio (la radio FM, usufruibile tramite cuffie, che permette di effettuare una scansione dei canali e registrare l’audio), Bussola (apunto la bussola), Scanner (per la scansione dei codici QR, biglietti da visita e documenti), Note (un blocco note, che permette anche di sincronizzarle con il proprio Mi Account), Meteo (un’app meteo), Sicurezza (un’ottima utility di sicurezza di Xiaomi, che permette di liberare spazio, controllare il traffico dati, bloccare numeri per SMS e chiamate, ottimizzare l’uso della batteria, scansione virus e permessi), File Explorer (un gestore file) e Mi Remote (per utilizzare la porta infrarossi ed usare Redmi Note 4 come un telecomando universale per TV, lettore DVD, condizionatore, ecc.).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Xiaomi Redmi Note 4 supporta l’USB OTG e riesce a leggere senza problemi le pendrive in FAT32, tramite l’apposito cavo (non incluso nella confezione) o una pendrive con ingresso micro USB, così da poter aprire sullo smartphone ciò che avete su di essa, anche con il video player di Xiaomi riesce a leggere tranquillamente i DivX e gli MKV, per giunta con codec H265 e con risoluzione fino a 4K.

Per quanto riguarda la riproduzione video, ho effettuato un benchmark su di essi con AnTuTu Video Tester, di seguito i risultati:

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’audio è davvero ottimo e forte, sia in chiamata (si può effettuare anche la registrazione), dove anche dall’altra parte mi sentono perfettamente, che tramite l’altoparlante, per sfruttare il vivavoce o l’ascolto di musica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo schermo a mio parere è veramente un ottimo IPS con risoluzione 1920×1080 Full HD, permette di essere visto perfettamente da qualsiasi angolazione ed anche sotto il sole, aumentando la luminosità, la sensibilità del touch è molto buona e riesce a riconoscere fino a ben 10 tocchi contemporaneamente (verificato con MultiTouch Tester).

screenshot_2016-11-05-02-06-39-356_com-the511plus-multitouchtester-w1000-h1000

img_0491-w1000-h1000

La fotocamera posteriore da 13MP f/2.0 è capace di scattare delle buone foto anche in condizioni di scarsa luminosità, grazie anche al flash LED Dual Tone, per avere più luce nelle situazioni meno luminose, anche se il meglio lo da nelle foto diurne, la fotocamera frontale da 5MP garantisce degli ottimi selfie in condizioni di buona luminosità; i video vengono girati fino a una risoluzione massima di 1080P Full HD a 30 fps.

Di seguito foto e video:

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’applicazione usata per la fotocamera è di Xiaomi e svolge egregiamente il suo lavoro, portando delle utili funzioni come la modalità manuale, aumentare la bellezza della persona nelle foto, scatto vocale, effetti particolari ed altro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il GPS integrato funziona molto bene, permettendo una veloce ed accurata acquisizione della posizione, la prima volta che l’ho attivato ha impiegato circa 3 secondi, ma dalla seconda volta in poi mi ha impiegato circa 1 secondo per mettere in fix i satelliti, davvero ottimo, ed è stabile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ho effettuato dei benchmark con diverse app, ed ecco i risultati:

-3DMark

Questo slideshow richiede JavaScript.

-AnTuTu Benchmark

Questo slideshow richiede JavaScript.

-GeekBench

Questo slideshow richiede JavaScript.

-GFXBench

Questo slideshow richiede JavaScript.

-Vellamo

Questo slideshow richiede JavaScript.

I risultati sono davvero buoni, Xiaomi ha fatto davvero un ottimo lavoro con la sua MIUI, su cui tutto riesce a girare in maniera davvero fluida.

Ho effettuato anche una prova della connessione 4G LTE con O2 (operatore inglese), che per il 4G adopera la banda B20 ad 800MHz come la Wind, ma che ahimè non è presente in questo modello, quindi ho potuto sfruttare al massimo la connessione H+:

screenshot_2016-11-07-21-07-17-953_org-zwanoo-android-speedtest-w1000-h1000

I 2GB di RAM sono più che sufficienti per far girare tutto e non avere rallentamenti, sia con il browser di stock per navigare su internet, che con diversi giochi, grazie anche alla sua GPU Mali T880, con cui si comporta molto bene, sia per quelli 2D che 3D come “Asphalt Xtreme”, “Flying Larva”, “High Risers”, “Pokèmon GO” e “The Trail”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La batteria da 4100mAh è davvero fantastica, permette di arrivare tranquillamente a due giorni con un utilizzo medio, sono arrivato a farla durare oltre 5 ore di schermo acceso.

screenshot_2016-11-06-22-07-34-156_com-miui-securitycenter-w1000-h1000

Ho scoperto anche un’utile funzione, che permette di attivare la torcia mentre si è nella schermata di blocco, infatti basterà tenere premuto il pulsante home e si attiverà, infine il menu di spegnimento è anche molto bello e completo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Conlcusioni

Xiaomi Redmi Note 4 è davvero ottimo e sulla MIUI 8, rispetto alla 6.5 che avevo provato con Xiaomi Mi 4i, sono stati fatti dei passi avanti, il processore Helio X20 si comporta davvero bene, è fatto davvero con ottimi materiali e non sembra di avere un medio gamma tra le mani, la durata della batteria è ottima (arrivo sempre a fine serata con circa il 60%), il sensore di impronte è precisissimo e non sbaglia un colpo, tanto da far quasi invidia ai modelli di poco superiori, purtroppo i possesori di scheda Wind storceranno un po’ il naso per la mancanza della banda B20 a 800MHz per il 4G LTE e se si vorrà installare la lingua italiana, bisognerà “smanettare” un po’.

PRO: interfaccia MIUI, ottima qualità costruttiva, corpo in metallo, fluidità, GPS, scatto veloce delle foto, qualità del suono, microfono, fotocamera, schermo, risoluzione, durata della batteria, porta infrarossi, sensore di impronte digitali con successo del 100%, WiFi dual band, 4G LTE…

CONTRO: …ma non per chi ha Wind, confezione molto minimale senza cuffie e pellicola, caricabatterie cinese (anche se direi abbastanza logico, essendo quella della recensione la versione China), 16GB di memoria interna sono pochi (considerando che non potete spostare le app), lingua italiana non presente (ma risolvibile installando la rom MIUI.it)

Voto: 8.5

Xiaomi Redmi Note 4 è disponibile su GearBest, nelle colorazioni golden (quella della recensione), silver e gray, con spedizioni gratuite (vi consiglio di scegliere Italy Express, con cui lo riceverete in 7-15 giorni lavorativi e senza dogana), di seguito le versioni disponibili con relativo prezzo:

Se prenderete la versione China, vi consiglio di prendere da qui l’adattatore per prese europee, che ha un costo di soli 1.51€.

Inoltre sempre su GearBest potrete acquistare da qui la cover in silicone trasparente per 1.80€ e da qui la pellicola in vetro temperato a 1.80€.

Ringrazio Pietro e GearBest, per avermi dato la possibilità di poter provare e recensire Xiaomi Redmi Note 4.

 

Berserk

Giuseppe aka Berserk, possessore di: LG G5 con ROM stock Android 7.0, Xiaomi Redmi Note 4 da 16 GB con ROM MIUI 8 Android 6.0, MINIX NEO U9-H con Android 6.0 e GOLE GOLE1 con Android 5.1/Windows 10 - Amministratore e Newser di Spazio Android. Per qualsiasi info o altro, potete contattarmi all'indirizzo: berserk@spazioandroid.com - Se vi sono stato utile e volete effettuare una piccola donazione o offrirmi una birra, potete farlo tramite PayPal al seguente indirizzo: memoryworld2010@gmail.com